Cronacheodiofantascemenza
Blog di Riccardo Sabbadini, alias Ricc Sabba

.....................................................................................................................................
500 anni da Leonardo da Vinci.

“Nessun effetto è in natura sanza ragione, intendi la ragione e non ti bisogna sperienza.” Codice Atlantico



NOTIZIE E FATTI SUBLIMI,
che corrono fra fantasia, follia e scemenza,

con una fantasia che può essere terrificante, una follia che puo essere illuminante e la scemenza sempre agghiacciante.



back                                   Tutte le annualità






Greta. Mica facile dipanare la matassa. Di clima se ne parla da… boh! almeno da cinquanta anni e, in modo allarmato, almeno da quaranta. Fino ad oggi è stato argomento di alcune forze di minoranza di sinistra, in qualche momento formalizzate in partito: non che il partito di maggioranza della sinistra, PCI PDS PD, non avesse una base sensibile al problema dell’inquinamento, ma la priorità dei posti di lavoro, la prepotenza dei temi economici e una certa fiducia ‘a priori’ nella tecnologia prodotta dalla scienza è stata la via maestra. Per dirla chiaramente, la destra non si è mai posta il problema e la sinistra si è posta il problema per non affrontarlo mai. Va detto che la struttura di distribuzione più grande del nostro paese, le cooperative di consumo COOP, legate alla sinistra, hanno affrontato alcuni grossi problemi collegati alla salute e all’ambiente intervenendo, per esempio, sugli imballaggi, con campagne di sensibilizzazione sul fronte dei consumatori e, sull’altro, capitolati rigorosi con i fornitori. Chiedersi se è troppo poco mi sembra salti il problema a monte già detto: questi sono indirizzi politici, sono i governi che devono governare e indirizzare la produzione e, successivamente, il trattamento dei rifiuti. Greta arriva oggi a danni fatti, quando la domanda è: sono danni recuperabili mantenendo lo status quo, il modello di sviluppo che rispettiamo? E la risposta è sì per chi produce e difende la produzione (e crede nella scienza e tecnologia senza riserve, perché è questa che li rende padroni del mondo) e ancora sì per chi difende i posti di lavoro e quel benessere che spesso è solo sopravvivenza. Sufficiente quanto detto? No, l’altro aspetto è il ‘trend’ che viviamo. La strada intrapresa da una ventina di anni indica un divaricamento stupefacente tra ricchi e poveri con una quota che, tra ricchi e benestanti, nei paesi avanzati è più o meno la metà della popolazione di ciascuna nazione: metà hanno problemi economici e l’altra metà non ne ha affatto. …ma se, più o meno, la metà sta bene, perché dovrebbe abbandonare la strada intrapresa rinunciando al benessere conquistato? Inoltre, nelle democrazie parlamentari, governa la metà più uno, e quell’uno si compra facilmente. Insomma, la matassa di Greta non si dipana, al meglio viene strumentalizzata senza reali soluzioni: forse arriverà qualche provvedimento ma, ci potete giurare, colpirà la metà più povera. E poi ci penserà la natura a pareggiare le cose: anche in questo caso, il peggio sarà sempre per la metà meno abbiente.
Greta, Aggiungo.
Il livello di Salvini è talmente basso, fa talmente schifo Salvini, che non si può neanche ragionare su Greta e i manifestanti di ieri, perché in realtà è questo che bisognerebbe fare: da decenni si parla di ecologia e inquinamento e nessuno ha mai fatto niente. È a dir poco interessante che ora, in un degrado chissà se recuperabile, si attivi o rinnovi questa spinta ecologista. Ci credo poco, ma certo l'osceno comportamento di Salvini non consente altro che approvare i modi, il percorso di questo curioso risveglio.






..e questo attentato sanguinario a 20 mila chilometri di distanza che ripropone il nome di un brutto criminale nostrano?







Antonio Tajani mi sembrava uno zero baciato dalla fortuna. Oggi mi ricredo: anche lui è un fine intellettuale capace di affermazioni ponderate.







Un paese dove si ammazza una donna un giorno sì e uno no e poi si dimezza la pena all'assassino: siamo allo sconcertante quotidiano. Questi magistrati supportano il mostro.







Parco Ricco. La magnolia stellata.
magnolia stellata







Non l'ho frequentato quanto un amico ma, pur avendo avuto con lui solo scambi e contatti di lavoro (e parecchio tempo fa, alla fine degli anni '80!) nella mia testa sempre è stato un amico. Paolo Dieci lo ricordo preparato, preciso, paziente, quel tipo di forza della ragione che diventa forza umana, una presenza che non ti lascia. Siamo noi che ora dobbiamo trovare la forza, lui l'aveva.
Nella foto: Valle del fiume Beles, Etiopia. Da destra, Paolo Dieci e il gruppo del Cisp, quindi, alla sinistra, il sottoscritto. Foto fatta in occasione delle riprese per il documentario sulle attività di cooperazione internazionale del Cisp in quell'area.
Tana Beles
L'aereo che precipita nuovo di fabbrica






scarpa







Ai magazzini Zara se fai scipero chiamano i picchiatori.







8 marzo a Roma è festa per lo sciopero dei mezzi.. un mezzo sciopero generale! Buon 8 marzo.







..ma un governo che affronti la tragedia delle donne ammazzate regolarmente in questo paese, o meglio di questi subumani che compiono questa strage continua, la più vigliacca pensabile, noo? e poi 'sta storia che l'8 marzo fanno tutti sciopero? sta diventando una regola! ...quando dici che paese di merda, ti accorgi di essere superficiale.







..una giovane signora che mi precede, piccolina con tacchi alti, ha sulla suola delle scarpe, tra tacco e punta, un led, una lucina accesa...







mostra mostra







Parco Ricco: la camelia è il festa (anche quest'anno!)
camelia
camelia          camelia
camelia         camelia





Una risata vi seppellirà!
Fs per l'8 marzo







Qualche decennio fa, quando ancora qualche cosa si poteva fare, nascevano partiti ecologisti, verdi, e così anche in Italia. Oggi che abbiamo una palla inquinata e morente, sopravvivono in Germania, dove hanno raggiunto le percentuali di un partito, piccolo ma significativo. Altrove i verdi sono esigue minoranze o scomparsi del tutto. La terra in qualche modo sopravviverà, ma la testa di tutti i suoi abitanti è da buttare.







Berlinguer, nel 1972, a marzo, viene eletto segretario nazionale del PCI da mille delegati che ‘rappresentano’ un milione e mezzo di iscritti. A maggio, alle elezioni politiche, Berlinguer raccoglie 230 mila preferenze: il sistema delle elezioni con le preferenze sulla scheda era molto ben guidato dal PCI, che comunicava alle sezioni i nomi da votare, però resta l’impressione che Berlinguer, al momento, fosse amato più dai delegati, i vertici, che dalla base.
Il PCI è all’opposizione, da alcuni anni il PSI, dopo il placet Usa, è al governo con la DC. Berlinguer immagina di poter portare il suo partito al governo svincolandolo dall’URSS. Per questo inventa l’Eurocomunismo: comunisti di italia Francia Spagna per una autonomia dai sovietici. Sovietici che non apprezzano e il Kgb tenta di farlo fuori in un attentato organizzato in occasione di un suo viaggio in Bulgaria. Contemporaneamente avvia un ‘compromesso’ che così presenta su Rinascita:
…la gravità dei problemi del paese, le minacce sempre incombenti di avventure reazionarie e la necessità di aprire finalmente alla nazione una sicura via di sviluppo economico, di rinnovamento sociale e di progresso democratico rendono sempre più urgente e maturo che si giunga a quello che può essere definito il nuovo grande "compromesso storico" tra le forze che raccolgono e rappresentano la grande maggioranza del popolo italiano”.
A settembre dello stesso anno c’è il golpe in Cile, una operazione vigliacca e sanguinaria sostenuta dagli Usa attraverso la Cia, crimine che viene interpretato come monito per l’Italia che, per inciso, da 3 anni subisce terribili attentati e stragi. Berlinguer non va bene all’Urss e il PCI non va bene agli Usa (il PCI piuttosto che Berlinguer, visto l’anticipo degli attentati rispetto alla suo ruolo di segretario). Quel PCI, che fin dall’origine non aveva scelto la via della rivoluzione armata, era comunque ‘rivoluzionario’ perché contro il potere, che allora si manifestava con i due blocchi mondiali. C’era motivo di esserne orgogliosi.
Passiamo ad oggi: le primarie, un milione e settecentomila votanti, reggono il confronto col passato. Poi Zingaretti: i temi che ha affrontato in questi primi tre giorni dalla vittoria che lo farà segretario del PD sono ‘il nemico sono i 5 stelle’, ‘sì alla Tav’… ? … speriamo tenga nascosti obiettivi più ambiziosi! Meglio che Renzi è facile: lì c’è stata l’inversione di rotta politica che ha fatto il danno, forse irreparabile, Renzi è ‘il’ responsabile del dimezzamento del partito di opposizione, ma non vorrei adesso la conservazione del vuoto assoluto! Fare opposizione è proporre novità, è proporre strade alternative a quelle del capitalismo dominante che crea super ricchi e miseria, discriminazioni in ogni settore, sostegno di guerre, e fame conseguente, in diversi paesi per il mondo.
Zingaretti: 'il mio PD per governare' e 'siamo al 19%'. Bene! Si può sorvolare sul 19% perché è evidente speri in una ripresa, una crescita. Ora, però, la legge elettorale (varata da un governo PD!) è uguale per tutti e l'unica coalizione a misura di governo è quella di destra. Allora: auguri al PD senza riserve, ma... con chi vuole governare, Zingaretti?
Da Fazio, Zingaretti si ritaglia uno spazio politico proprio nel PD e propone di cambiare sede: la trovo un'ottima idea, troppo legato è quel nome alla destra politica di Renzi.





Il nome della rosa per la TV: 4 puntate o 4 palle? Pazzesco!







"Gelosia emotiva"? Sentenza irrirante, disgustosa, salviniana.







L’aria che tira è razzista q.b. per appestare anche le primarie PD e senti dire vota Martina lombardo e non Zingaretti romano. Voci dal Nord, si intende, è lì la fabbrica degli attriti. Martina è stato nel governo del democristiano Renzi da non renziano: una non ben rilevata opposizione interna, ma ha dalla sua la prepotenza del boss. Zingaretti è il quadro di un partito che non c’è più… è qui il problema, servirebbe un rifondatore: senza un partito, una linea di riferimento, la politica propone solo kamikaze, oppure destri. Poi c’è Giachetti, già radicale!, sodale di Renzi guarda caso destro frantumatore della sinistra, e questo mi basta per non pensarlo proprio.
...e c'è da raggiungere il 51% altrimenti si va all'assemblea dove c'è la maggioranza di renziani, e buonanotte!
Zingaretti ha vinto bene. Cosa proporrà?





Questa settimana ho fatto 1300 chilometri in auto: non amo l'auto, avrei preferito muovermi in treno, ma destini, compagnia e alcuni quadri da restituire non hanno reso praticabile la scelta saggia.

- La prima tappa è stata Genova, dove mai avevo visto l'Acquario e il Museo del mare, due mete che consiglio a ogni adolescente e bimbo. Il Museo del mare ha un intero piano dedicato all'immigrazione che ho trovato opportuno: visti i tempi che passiamo, ben fatto! Ho potuto riprodurre diversi manifesti degli anni dei 'bastimenti' che ora andranno ad arricchire la documentazione che sto preparando sul viaggio di mio nonno Carlo che così cento e più anni fa tentò la fortuna, ma invano.


firma di Cristoforo Colombo
Firma di Cristoforo Colombo
Genova
manifesto regole

- Ho proseguito il viaggio per Torino dove mai avevo visto la Venaria e ho approfittato per vedere una mostra dei Macchiaioli al GAM. La Venaria non mi ha rapito, come spera la pubblicità che la propone, e, al meglio della mia interpretazione, l'ho vista come una grande fabbrica di lavoro in tempi di disoccupazione: dopo l'uso come caserma e poi la guerra, era stata davvero azzerata! Ora cercano di rianimarla, 'riempirla', ma è uno spazio senza vita dove le invenzioni multimediali non compensano ma amplificano il vuoto. Inoltre, l'inverno non presenta certo al meglio i giardini che avevano anche le fontane asciutte. I Macchiaioli: una esposizione con più spazio a pittori meno presentati di quella corrente pittorica piuttosto che ai più celebrati Lega, Fattori, Signorini... non ricca ma ben proposta, piena di giovanissime scolaresche.

In foto: il Monviso dalla Venaria e le piante del giardino che ne riprendono la forma piramidale.
Monviso


- Tornando verso la mia città, mi sono fermato a Pisa per rivedere piazza dei Miracoli, dove mancavo da diversi decenni. Dall'albergo, verso le 10.30, la città aveva ancora una coperta di nebbia medio alta. Già, perché il tempo che ho trovato nel mio girare è stato pazzo, pensando che siamo in pieno inverno: all'andata, all'inizio coperto da nuvole alte, a Genova sole (come sarà nel resto del viaggio) e 23 gradi!, a Torino 20, poi, nel ritorno, in Toscana, come nel Lazio, sui 18 gradi e nebbia al mattino.
nebbia a Pisa






A proposito di "a chi vota la destra un master gratuito in furto applicato o, in alternativa, la stecca", si registrano 6 anni a Alemanno che tiene bene il passo dei suoi camerati. Ps: che poi mi fanno pure pena questi destri di secondo rango, hanno copiato Berlusconi che, però, era così potente da pagare tutto e tutti per modificare le leggi a suo favore.







Due foto. Una viene da Milano e l'altra da Parma. Il mio dubbio è su quella A di anarchia che le firma: ho la sensazione che la proposta indicata sia di molti di più che dei soli anarchici. C'è una guerra civile alle porte o una presa di coscienza che, certo, si radicalizza, ma rimanda alle elezioni in arrivo?
(dal web, autore delle foto non indicato)
A contro a Milano
A contro a PArma





Vietare la solidarietà. Che sia questo l'obiettivo della giunta Raggi? Ho dato un'occhiata al sito del Centro Medicina Solidale e ho avuto l'impressione che svolgano una attività regolamentata, all'interno di ogni convenzione, formale, direi istituzionale. La decisione di togliergli la sede è solo politica e fa il paio, all'opposto, con il mantenimento dello stabile occupato da parte dei fascisti di Casapound.







Numeri a caso: dal verduraio sotto casa, broccoletti puliti 10 euro al chilo.
Per i non romani: i broccoletti sono le cime di rapa.






Così tanto è aumentata la temperatura del globo che, a Roma, il gelo annunciato si manifesta con +9°C... No, qualche cosa non torna! E quel che non torna è come viene proposta ogni info tecnica, nel meteo come in medicina, come nelle indagini probabilistiche che influiscono su vita politica e società. Servirebbe una riforma della valutazione del messaggio tecnico. Sì, intervenire sulla valutazione è una proposta di ripiego: la mentalità tecnica-tecnologica non c'è verso di cambiarla.







5 anni e 10 mesi a Formigoni, pena ridotta per prescrizione di qualche reato. Lasciamo stare la collezione di prescrizioni costruita per Berlusconi. Ieri 49 milioni rubati dall'alleato anelato: a chi li vota un master gratuito in furto applicato o, in alternativa, la stecca.







Conte: "il Parlamento sarà coinvolto". ...ma dai?







Quindi, se si tiene pulito, si può occupare







Gangster digitale







Ma... è democrazia diretta? ...e dove è diretta?
Caso Salvini - Diciotti. Voto 5 stelle. Il filtro tecnologico è troppo ingombrante. La politica è più di Si o No... se poi si aggiunge che i quesiti Si No sono spesso determinati da come si pone la domanda, arriviamo all'incertezza totale del risultato. Registro, inoltre, un ribaltamento dell'indirizzo originale.






Non si direbbe questo un caso per combattere la magistratura: la famiglia Renzi è andata a ripetizione a casa Berlusconi: cosa possono aver imparato dal peggiore? Salvini ha sovvertito una regola eterna del mare creando sofferenze per proprio tornaconto elettorale. No, per quanti siano i casi di mal funzionamento della magistratura, tanti anzi troppi sono proprio quelli che hanno investito i politici e le istituzioni, se non lo Stato stesso come nel caso delle stragi.







È un 'me ne lavo le mani' di una magistratura che risulta un 'come favorisco l'ascesa di Salvini' qui da noi.







A proposito di preparazione, o di ignoranza







14 febbraio: l'amore non si festeggia, si fa!







Invecchiando, Berlusconi è sempre più una maschera della commedia dell'arte.







Un 5 stelle vuol cancellare l'attributo 'socialista' per Giacomo Matteotti.
Questi governanti ignoranti scaricano ogni responsabilità della situazione attuale sui precedenti governi, quando un governo si deve sempre prendere la responsabilità della situazione che ha ereditato: sta lì per questo, per cambiare e migliorare. Di responsabilità ereditate ne dimenticano una, certo non ipotetica ma reale, e la più grave: lo stato della scuola che li ha formati. Questa ultima proposta, paradossale, è indice di mancanza di formazione di base: questa è storia che ho studiato, e capito, alle medie!, neanche al liceo, e qui, davvero e non come fanno loro, chi ha governato negli ultimi 40 anni ha una montagna di responsabilità, perché ha vagliato e approvato la scuola e i suoi programmi che questi risultati hanno dato, oggi danno (nei due sensi). Non so dove vogliamo andare continuando a nascondere la spazzatura sotto al tappeto.







In un modo o nell'altro, l'UE aiuta palesemente il nostro governo, sia coll'intervento di singoli sia con la linea politica di maggioranza.







Industriali e artigiani del Nord sono per la TAV. Salvini Quarantanovemilioni, difendendo la Tav, troverà sostegno da questo settore economicamente disponibile come è sempre stato nella migliore tradizione italiana.







Abruzzo. Non trovo strano un voto di destra dove e quando non c'è lavoro, progetti, futuro.







Se si divide l'oro a riserva con gli abitanti, l'Italia non è il terzo ma il primo paese.
 La Stampa, 'Usare l'oro della Bancha d'Italia'
Le riserve auree mondiali





Quindi la moglie di Richard Gere è in attesa. E leggo lui 70 lei 36. Anni! Sono invidioso.







Leggo che Salvini, ministro degli Interni e vicepresidente del Consiglio dei Ministri, detesta Achille Lauro cantante... una carica importante del governo si occupa di cantanti e un giovane cantante sceglie come nome d'arte quello di un politico, fascista, tanto ricco quanto imbroglione... altro che paese di merda! Comunque, Salvini Quarantanovemilioni credo sia irritato dall'uso di un nome presente tra i suoi riferimenti politici, tra i suoi miti.







Che il mondo sia pieno di persone sole perché non riescono a fare il primo passo è un po' un luogo comune. La mia impressione è che sia pieno di persone sole perché sono così tanto piene di se stesse che il loro io satura tutto.







San Remo. Se ho capito, ieri sera Bisio, rispondendo a un messaggio di un prete, ha promesso di andare a messa. ...mah! Come dire passare dal volo basso al volo sotto traccia, ma la copertura non c'è.







Col volano del Papa in Arabia Saudita, Amnesty rilancia questa raccolta di firme che ci coinvolge direttamente: uno dei paesi che vende armi all’Arabia Saudita è l’Italia, tramite un’azienda di proprietà tedesca con sede in Sardegna, la RWM. Si tratta di una bomba che l’esercito saudita impiega nella guerra in Yemen anche contro i civili, oggetto delle inchieste di Reported.ly e del NYTimes.







Sull'ultimo numero di Le scienze un articolata trattazione su ricchezza e povertà. "Come scrive Joseph Stiglitz, premio Nobel per l’economia nel 2001, ... i tre statunitensi più ricchi possiedono una ricchezza pari al 50 per cento meno agiato. E se da una parte questa è la conseguenza estrema del sogno americano, dall’altra significa che tre sole persone hanno quanto i 160 milioni meno abbienti, o giù di lì. Di più: negli ultimi quarant’anni la quota di reddito dello 0,1 per cento più ricco è quadruplicata e quella dell’1 per cento è raddoppiata. Per il 90 per cento dei salari più bassi è diminuita." Allego le tabelle che illustrano e sintetizzano l'articolo.
tab


Queste sei tabelle sono tratte da Le Scienze,
febbraio 2019 - Ricchi e poveri

tabella


tabella

Reddito e ambiente
tabelle Le Scienze
tab
tab
Reddito e salute
tab





Leggo che ieri a San Remo ha vinto Achille Lauro. ...che abbia regalato una scarpa a testa?
Ps: è disarmante che questo nome sia stato scelto come nome d'arte.







Ieri, oggi: a Roma il sole ha fatto primavera.







Capisco ora (TG3 Giovanna Botteri) che, sul Venezuela, il governo italiano è in linea con l'Onu. Trump e alleati sono per l'intervento, fisico, quindi armato: è vero dei 5mila destinati in Colombia per entrare nel Venezuela, quindi chi si allea con gli Usa ha questo obiettivo; Cina Russia Iran e Siria fermi in appoggio a Maduro; Onu per creare le condizioni di nuove elezioni.







Salvini è dietro alla porta.







Tre giorni di pioggia continua a Roma, ora devo uscire: pinne e muta termica o gommone col tendalino anti pioggia?







Non capisco più niente e per questo sono soddisfatto degli anni che passano o passano gli anni e quindi non capisco più niente? (chi sceglie la seconda sarà odiato a vita)







Olof Palme ucciso da Pretoria per la sua convinta politica anti apharteid







SeaWatch: Giorgia Meloni propone l'arresto dell'equipaggio e l'affondamewnto della nave.
Resto in attesa di qualcuno/a che proponga il rogo.







Trovo amarissimo l'accostamento tra la proposta dall'agenzia romana e la proposta svedese: si direbbe che qui è necessario fingere mentre lì propongono che l'amore sia integrato e riconosciuto nella giornata di lavoro quotidiano. Due pianeti!







Gli Usa di Trump hanno già deciso, oggi è il turno della UE: decidono chi deve stare al governo in Venezuela... e qual'è la differenza con l'era del Papa che incorona re e imperatori?







(Dal web)
perdono







Ansa: soldati Usa in Colombia. Grande il fotografo! Merda questo governo Usa:
"Il governo colombiano ha assicurato di non avere alcuna informazione sul senso dell'appunto fotografato in mano al Consigliere per la Sicurezza nazionale Usa, John Bolton, riguardante il presunto arrivo di "5.000 soldati in Colombia" nell'ambito della crisi in Venezuela."
TG1 delle 20 evita di dare la notizia in copertina e, parlando del Venezuela, dedica una parola alla rivelazione.







Sostegno
sostegno








Rubato il murale di Bansky al Bataclan fa rima con le mostre in galleria dei murales di Bansky,
ma rilevo diverso lo sdegno.







Quando si vola basso ci si sostiene facendo tanto rumore.







Trovo, grazie alla pagina Fb di Gian Carlo Marchesini, sulla pagina di M.P. Fiumara questa raccolta di fatti, storici, che raccontano come la Francia difenda il suo franco CFA. Va chiarita una cosa: il franco CFA non è del governo francese ma dei banchieri francesi: in Francia, come in Italia, la banca centrale è delle banche private. Una storia ormai ben sviscerata che ha sviluppato movimenti antagonisti e di informazione come, p. es., 'Monetative' in Germania, Inghilterra, USA, Francia... meno altrove, praticamente niente in Italia, movimenti per la riappropriazione del denaro circolante da parte dei popoli, quindi dei rappresentanti che governano. Queste storie raccolte, legate al franco CFA, sono le stesse, identiche, di altri tentativi di sganciarsi dalle banche, tutte private, in Europa e nel mondo.

banche
"Che fine hanno fatto tutti i capi di Stato africani che hanno tentato di farlo? (nota: sganciarsi dal franco CFA)
Nel 1963 Sylvanus Olympio, primo presidente eletto del Togo, si rifiutò di sottoscrivere il patto monetario con la Francia. Il 10 gennaio 1963 ordinò di iniziare a stampare una moneta nazionale e tre giorni dopo fu rovesciato e assassinato in un golpe condotto da ex militari dell’esercito coloniale francese.
La stessa sorte toccò a Modioba Keita, primo presidente della repubblica del Mali: nel 1968, appena annunciò l’uscita dal franco coloniale CFA denunciandolo come trappola economica per il suo Paese, rimase vittima di un colpo di Stato, guidato anche qui da un ex legionario francese.
Nel 1987 fu la volta dell’eroe panafricanista Thomas Sankara, primo presidente del Burkina Faso indipendente, ucciso in un golpe sostenuto dalla Francia dopo aver proclamato la necessità di liberarsi dal gioco neocoloniale del franco CFA.
In tempi più recenti la Francia è intervenuta direttamente: nel 2011 il presidente della Costa d’Avorio, Laurent Gbagbo, propose di salvare l’economia del Paese abbandonando il franco FCA in favore del Mir, Moneta ivoriana di resistenza: pochi mesi dopo la Francia bombardò il palazzo presidenziale e le forze speciali francesi fecero prigioniero Gbagbo.
E arriviamo a Muhammar Gheddafi, che progettava di rimpiazzare il franco CFA con una nuova valuta panafricana basata sul dinaro libico e sostenuta dalle ingenti riserve auree di Tripoli. Una e-mail del 2 aprile 2011 ricevuta dall’allora segretario di Stato americano Hillary Clinton da un suo stretto collaboratore spiegava che questa era la motivazione principale dell’attacco militare francese. (Nota: i francesi furono i priomi ad attaccare)
Questa è la sorte di chi si è opposto al ‘libero e volontario‘ sistema del franco CFA, il simbolo più visibile di un neocolonialismo che permette alle multinazionali di depredare a rischio zero le immense riserve di materie prime dell’Africa Occidentale: uranio, metalli rari, oro, petrolio, gas ma anche legname pregiato e derrate alimentari. Non si può più far finta di non vedere: il pieno diritto all’autodeterminazione dei popoli dell’Africa rappresenta la battaglia di civiltà più importante dei nostri tempi." Maria Pia Fiumara






lercio.it: 'Svolta green a Libero, stop a inchiostri chimici "Stamperemo direttamente con la merda"







Cavalchiamo a ritroso in ogni settore, anche nell’arte. Si ripropone di nuovo una confusione: il gesto creativo è individuale, l’artista è libero. Libero? …ma libero da che? Il gesto creativo è creativo in relazione alla regola, se non si conosce e riconosce la regola di che creatività parliamo? Non c’è creatività neppure, d’altronde, rispettando l’ortodossia della regola, percorso che può portare al meglio a un prodotto di qualità, ma non creativo, cioè nuovo e, appunto, individuale.







..e la Lega che mette Rieti nell'Umbria nel suo simbolo elettorale?







OCHA Last year was among of the worst for Palestinians
Nella foto: Gaza, bimbi giocano con una bomba dell'ultima incursione aerea
Gaza






Incoscienza, buttare la spazzatura dalle mie parti a Roma è un atto di incoscienza. Quando i cassonetti della carta sono stracolmi è un dispiacere, quando quelli della plastica è un'ansia, quando quelli dell'umido è uno spavento! E la regola è diventata mettere tutto nell'unico, quando c'è, che ancora può ospitare qualche cosa. Il futuro non ci interessa.







Nel Venezuela, secondo stime del loro Osservatorio della violenza, nel 2014 i morti per armi da fuoco sono stati 25mila. Maduro, per porre un argine a questa situazione, nel 2015 ha avviato una stretta al mercato delle armi insieme a un programma di controlli sul territorio.
Negli USA, secondo i dati diffusi dal CDC Centro di controllo e prevenzione delle malattie, nel 2016 i morti per armi da fuoco sono stati oltre 38mila. Trump, per porre argine a questa situazione, ha sostenuto una politica di ulteriore diffusione delle armi.
Mi chiedo: la guerra che gli Usa hanno portato al Venezuela, prima alterando il mercato del petrolio, poi sovvenzionando i gruppi contro Maduro, poi con le sanzioni, nascono dal diktat dei produttori di armi o dall’orgoglio di non perdere il guinness dei morti ammazzati?
Gianni Minà: gli Stati Uniti vogliono il petrolio del Venezuela





FL3 il tabellone è un flipper tra ritardi, soppressi e treni in arrivo di due ore fa...
Oggi pomeriggio tutti i treni regionali che passano per Roma Ostiense, treni per Viterbo, o per Civitavecchia come per Fiumicino (e a Fiumicino c'è un aeroporto internazionale, non so se è chiaro!) tutti questi treni nel caos più totale. La causa all'origine: un fulmine. Che un fulmine possa causare queste conseguenze non lo credo ma non lo discuto nemmeno: è stato un fulmine, bene. Dico invece che vorrei stare nella testa di Zingaretti perché le stazioni che ho visto erano stracolme di persone incazzate, in attesa dei treni, o, almeno, di spiegazioni. Zingaretti, fammi capire: chi credi ti voterà se fai passare tutto come normale, anche far aspettare centinaia di persone per ore i treni regionali? Non ci sono i soldi per aggiornale gli impianti? Dillo: le ferrovie regionali del Lazio non si possono aggiornare per mancanza di fondi. Capisco, non ti distingueresti da Raggi, ma il silenzio non ti favorisce.






Il ricatto di Trump fa schifo.







Ieri, in tarda serata su Raitre, ho visto ‘Commissari’ su Giuseppe Mastini, alias Johnny lo zingaro, che ha ammazzato una persona per rubargli l’orologio e ha fatto quattro anni di galera, poi ha ammazzato un poliziotto e ha fatto dodici anni di galera.
Mi viene in mente la terrorista Mambro, fascista dei Nuclei Armati Rivoluzionari, condannata per strage più omicidi diversi per un totale di 96 morti ammazzati, pena complessiva 9 ergastoli 84 anni e 8 mesi di reclusione. Mambro, arrestata nell’82, in libertà condizionale dal 2008 ha visto estinta la sua pena nel 2013.
Penso a Battisti, Proletari Armati per il Comunismo, 12 anni per partecipazione a banda armata (un crimine ideologico, quindi) e poi successivamente accusato di due omicidi più altri due in concorso e per questi condannato all’ergastolo. Fino ad ora ha scontato in galera sette anni. Adesso, con gran pompa e viscerale atmosfera di vendetta, dopo la consegna dell’uomo da parte della Bolivia, per sei mesi in isolamento e poi ergastolo.
Ferma la diversa valutazione di Banda armata fascista rispetto a comunista, ne deduco:
- Non è poi così grave ammazzare
- Se lo fai da fascista hai sconti speciali
- Se ne ammazzi molti, c’è sconto quantità.





Parlo delle disparità del post sentenza. La corretta individuazione dell'autore del crimine è un problema di ogni giudizio e ce ne sono stati, ovunque nel mondo, scelti per ideologia. L'aggiustamento della pena, non so come vada negli altri paesi, mi sembra un percorso 'italiano'. Insomma da noi ci sono almeno due aggiustamenti: in fase di individuazione dell'autore, come ovunque, e poi, secondo aggiustamento, a pena stabilita... e non necessariamente per coprire errori di giudizio ma, ancora una volta, per scelta ideologica. Una delle meschinità protofasciste italiane.







Incontinenza senile
Eiezioni







Empoli, tunisino muore durante il fermo di polizia.
Sui social la foto 'è' il link alla notizia, nel senso che non puoi fare un link a una notizia di giornale senza rispettarne la foto prevista, in questo specifico caso la notizia ha la foto di Salvini. Ho tolto la foto perché la faccia di Salvini mi disturba (non solo la faccia) e... nulla! se tolgo Salvini scompare la notizia: vedi? certi fatti succedono solo con la presenza di certe persone. (foto al lato tratta dal web)
Salvini






Il «surveillance capitalism» di Dave Eggers







Battisti accolto da due ministri e messo in cella di isolamento dopo quattro decenni dai suoi crimini: è lo Stato della vendetta, il capolinea della debolezza.
Salvini continua a indossare il giubbotto della polizia: che i poliziotti si ribellino al reiterato tentativo propagandistico di mettere un cappello politico a una istituzione dello Stato!







La medicina occidentale imposta a livello mondiale: l'Argentina apre un ospedale per cure Mapuches







Duemilacinquecento opere d'arte rubate dai nazisti ancora in Germania







Meglio sarebbe stato immolarsi negli anni delle grida della rivolta non lo so
ma a vita fatta mi vedo gabbiano in discarica che rovista tra il buono di scarto.







Se. lette le critiche, pensate di andare a vedere Polansky, andate alle giostre e evitate una disillusione: Il gioco delle coppie non è 'Carnage', un prodotto di mercato non è il prodotto di un genio. Raro caso, ha un titolo italiano migliore dell'originale perchè leggero e non enfatizzante, come  è il film che parte per arrivare subito al nulla di mercato: questa è la sua perfezione, oggi scrivono tutti invece di scopare, e il dilemma ultimo è come e non cosa vendere, e il digitale è la migliore distrazione dall'obiettivo della qualità. Tutto presente nel film, e ti fai pure due risate passando dai falsi dilemmi dell'editore a una sana vita sessuale.
Il gioco delle coppie






"I cantanti cantano, i ministri parlano". Sono estasiato da questa sintesi speculativa di Salvini, un concetto prearistotelico preplatonico presocratico prepitagorico... pre filosofico anzi pre umano: un preconcetto che può sintetizzare un umanoide.







Spreco alimentare. La media europea di 180 kg per abitante/anno (primato all’Olanda con 579 Kg, il più virtuoso la Grecia con 44Kg) è stata ripresa da quotidiani nel 2017 e alcuni, nel 2018, hanno denunciato un aumento degli sprechi. In tutto il ciclo, dalla produzione al piatto, secondo dati pubblicati da Repubblica nel novembre scorso, nel mondo si butta la metà di frutta e verdura e il 25% della carne, 25% che sta a significare che si abbattono 75 milioni di capi di bestiame ogni anno... per poi buttarli via!







Germania. Il capo dei Verdi dà l’addio a Twitter
Il problema è che l'ironia è un percorso troppo difficile, per pochi, ancor più complesso in queste pagine web di parole veloci. Inoltre offendere, ultimo stratagemma di Schopenhauer nel suo 'L'arte di ottenere ragione', è diventata l'unica strada di molti, anzi troppi, che non hanno voglia di seguire gli altri 37 punti proposti dall'autore del libello citato.







L'articolo informa bene: oggi del 1839 non è nata la fotografia, il dagherrotipo non è l'origine del multiplo, ma questa data è un riferimento.







Roma, via Alessandro Farnese in queste sere di inizio anno. I turisti ospitati nei due alberghi presenti in questo tratto di strada (si intuiscono gli ingressi, sono le uniche luci della foto) sono convinti che questa sia Rome by night
Via Alessandro Farnese, Roma Prati






Al di là di ogni insufficienza, c'è di buono che le democrazie che inventate sono articolate e complesse. Ora è il momento dei sindaci e presidenti di Regione, cosicché le sciocchezze pensate da chi governa (ieri come oggi) prima o poi trovano l'ostacolo, speriamo, necessario al loro ripensamento. Certo, ripensare è ancora più difficile che pensare (per i politici sembra esercizio impossibile!), non è detto che riescano.







Altre trivelle nello Ionio?







La Befana è brutta ma porta regali. Befane, imparate!







Trieste: i leghisti sono primordiali, ci ripensano facendo finta di aver pensato.
Abruzzo. Diamo dimora a Salvini nel Parco Nazionale, gli orsi lo possono educare.






Un po' tormento e un po' tormentone. Che ci si rivolga al volontariato è ormai consuetudine, quello che mi manca è se prima dell'arrivo del controllore si pulirà... altrimenti il controllore che controlla? Comunque, prende piede a Roma un giochino forse utile ma pericoloso per l'ecologia: a cassonetti pieni (e lo sporco in terra come presupposto dei giorni precedenti che hanno visto i cassonetti pieni) il sacchetto si mette nel cassonetto che lo può ancora ospitare: sì', non lo lasci in terra (soprattutto se abiti all'attico e non ti passa per la testa di riportarlo a casa) però... addio alla differenziata!
Roma. Volontari ai cassonetti?






Apple in Africa
Apple in Africa
(dal web senza autore indicato)







Juventus e Milan rifiutino la trasferta in Arabia Saudita
Articolo di NYT
In sintesi: 14.000 miliziani sudanesi hanno combattuto (fin oggi) nella guerra saudita contro lo Yemen, giovani prevalentemente provenienti dal Darfur, centro della guerra sudanese (lì sono state uccise 300.000 persone con 1.2 milioni sfollati).
La maggior parte appartiene alle Forze paramilitari di supporto rapido, una milizia nota come Janjaweed.
Molti hanno un'età compresa tra i 14 ei 17 anni. Cinque combattenti intervistati, tornati dallo Yemen, e un altro in partenza, hanno detto che i bambini costituivano almeno il 20% dei combattenti. Due bambini hanno detto più del 40%. I giovani sudanesi combattono da soli e in prima linea, comandati attraverso comandi radio. I sauditi non sono presenti sul campo di battaglia: c’è l’esercito pakistano con 1.000 soldati e la Giordania con jet e consulenti militari. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite l'Eritrea potrebbe aver inviato circa 400 soldati. (The New York Times 28 dicembre 2018)






Una frase di Papa Francesco per me dirompente e che va conservata: "Meglio atei che cristiani ipocriti"
...Questo Papa risulta un antagonista al suo stesso potere. Da gesuita saprà il fatto suo. Gli antagonisti andrebbero studiati non solo nelle parole ma anche nelle virgole e nei sospiri perché sono gli innovvatori. Non sono così bravo, assiduo, puntuale e pignolo: mi limito ai concetti più stridenti. Certo, ha detto cosa evidente a tutti perché questo è un paese culturalmente cattolico e non religiosamente cattolico: l'ipocrisia è evidente ma che la denuncia la faccia il Papa è il punto di rottura.






Una piccola cosa oggi mi ha reso ottimista. Ho cercato sulla rete un prodotto per il trattamento dei legni antichi e il prezzo mi ha messo in allarme, considerata la quantità da acquistare. Poi ho cominciato a girare per la città: va detto, non è stato facile trovarlo, ma alla fine l'ho trovato dal più antico fornitore per belle arti (dal 1825!) a quasi la metà del prezzo di Amazon. Stessa confezione. ...e mi sono detto: ce la possiamo fare, possiamo battere il mostro che distrugge il mercato.
...Ho continuato a cercare e ho trovato in rete un fornitore che vende a meno di quanto ho pagato... ma poi c'è il costo della spedizione, quindi niente, almeno per importi modesti. Invece Amazon è fuori gioco su questo prodotto, quasi il doppio: mantengo la mia soddisfazione






silvester







Jacques Brel: "Je vous souhaite enfin de ne jamais renoncer à la recherche, à l’aventure, à la vie, à l’amour,
car la vie est une magnifique aventure et nul de raisonnable ne doit y renoncer sans livrer une rude bataille."
BUON 2019.







torna in testa alla pagina